Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Le domande sotto l'albero

Non so per te, ma Natale è per me spesso motivo di domande.

Puoi riempirti di palle o di luci, di aghi e di stelle  con le domande chi ti poni.

 

Se saperci fare le domande giuste potesse influire sul nostro umore e sulle opportunità?

 

Di fatto le domande giuste - o quelle sbagliate, possono davvero influire su umore ed opportunità.

Quelle che facciamo agli altri possono aiutarci o affossarci nelle relazioni.

Comunque, torniamo a noi stessi, miglioriamo le relazioni dentro di noi, e poi a cascata, miglioriamo quelle fuori.

 

Siamo con noi stessi 24h ore al giorno, come ci parliamo, come ci interroghiamo è cruciale.

 

Prova ad es:

Perché capitano tutte a me?

Perché proprio io?

 

Di solito evito la domanda perché.

Non porta a nulla, è giudicante, autogiudicante, indagatoria, spesso inutilmente.

Sai sempre il perché fai o non fai le cose?

Tipo perché hai fatto tardi?

Perché non riesci a lavorare su ciò che dici di volere?

Perché sono così disordinata?

 

Aggiungi tu le domande inutili che fai a te che iniziano con perché.

Fammi sapere se ti hanno portato qualche volta ad uno spunto utile per risolvere una situazione o muoversi da un impasse.

 

Allora allarga, rendi più ricco e vario il tuo modo di porti domande e senti cosa ti succede.

 

Dunque alle domande che iniziano con il perché, che permettono di scoprire intenzioni, motivazioni, interessi (ma anche convinzioni, non lasciandoci scoprire propria nulla di nuovo), 

 

aggiungi:

 

? domande che iniziano con come: permettono di scoprire nuovi processi;

? le domande che iniziano con cosa: permettono di trovare nuove informazioni;

? domande che iniziano con  cosa succederebbe se… permettono di attivare nuovi scenari.




Lascia un commento