Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Sei forte o debole?

Qualcuno pensa che è resistere che rende forti.
Qualche volta invece si diventa forti lasciandosi andare.


Sylvia Robinson



La penso proprio così.
Di solito chi segue un percorso di crescita viene visto come uno "strano", una persona che non sta bene, complicata, complessa, nevrotica.

Può anche darsi, ma, a differenza di chi lo è e ci sguazza, soffre, si dilania restando senza far nulla, ha intrapreso una strada che può restituire serenità dove c'è il sospetto, morbidezza lì dove c'è rigidità nel controllo, sorrisi al posto di lacrime.

26 commenti :

  1. Resistere troppo rende aridi.Lasciarsi sempre andare rende flaccidi.Credo che la soluzione migliore sia un giusto equilibrio fra le cose..

    RispondiElimina
  2. e figurati. e' così (secondo me)

    RispondiElimina
  3. Ciao Elena, benvenuta.secondo me resistere troppo rende anche stanchi :-)e lasciarsi andare troppo, hai ragione flaccidi.conosci qualcuno che si lasci andare troppo?a me capita di incontrare molti machi e super, il lasciarsi andare quando avviene scioglie.realmente. perciò, in un certo senso èp come dici tu. rende flaccidi, come la neve che si scioglie finalmente a primavera

    RispondiElimina
  4. 'Machi' mi suggerisce che forse tu stavi parlando di uomini, io intendevo il tuo post in senso generale.E sempre in senso generale conosco molte persone flaccide. Sono tutte coloro che davanti a un ostacolo preferiscono tirarsi indietro e assumere un tono vittimistico e compassionevole.C'è il momento in cui si deve ammettere la propria debolezza, prima di tutto con se stessi, e il momento in cui bisogna cercare ed accettare l'aiuto del prossimo (e questo fortifica), ma far sì che tutto ciò diventi un'abitudine serve solo ad autogiustificarsi, a trovare tutte le scuse per non agire perché è più comodo farsi compatire che tirare fuori i 'connotati'.

    RispondiElimina
  5. Lasciarsi andare è più difficile, ben più difficile  che resistere. Per resistere indossi delle maschere, razionalizzi, segui una linea ben precisa. Lasciarsi andare ti permette di respirare, ma è più difficile... non sai se sarai capito. Ma se succede, che ti lasci andare e un altro ti capisce, è una sensazione bellissima. A volte vale la pena rischiare. Io passo da una fase all'altra con molta nonchalange. Sarà per il percorso di crescita che dici tu????Ops. ciao a tutte. Unico il sito, bello questo blog... grazie! 

    RispondiElimina
  6.  troppi, troppi tuoi post mi stanno parlando.. ma mi fanno tanto bene. un bacione!

    RispondiElimina
  7. Elenachi è Machi?cmq anche io intendevo il post in generale. sarà che mi capita spesso di trovare persone che - piuttosto che ammettere il bisogno di aiuto- si fanno male da sole e continuano  a macinare.gli "altri" di cui parli- capisco la tipologia. sono quelli che cmq evitano iun tipo di aiuto professionale, ma si scaricano sugli "amici" o altre cavie capitate per caso

    RispondiElimina
  8. Clacome dici tu infatti. proprio ieri una giovane donna arrivata da me ha provato questa emozione - di essere vista e compresa.ed è bellissimo per entrambi "le poltrone".contenta che il blog ti piaccia.__________________Pimpibene così, no?

    RispondiElimina
  9. Questo post mi piace. Io sono uan che per carattere e forma mentis (ma questo era chiaro a tutti, presumo, ormai) dififcilmente riesce a "smuoversi" dai propri schemi. Resistere sempre e comunque. Ricordo che la mia amica e compagna di studi, psicoterapeuta, mi disse che sono una roccia per certi versi, no mi nuovo di un millimetro e sopporto, resisto, mantengo, nonostnate tutto. Il che non è sempre, anzi, quasi mai, un bene.La flessibilità e la capacità di muoversi, è indice di una fluidità che se da un lato rende complessi, sempre in itinere, dall'altro conferisce una ricchezza e una completezza che chi è "roccioso" non avrà mai.

    RispondiElimina
  10. confermo che si tratta di istigazione a delinquere... Se mi lascio andare dico che è colpa tua :-)bacio Paolè, è uno spettacolo qui

    RispondiElimina
  11. Cri73ahahaha ...in ogni percorso di crescita che si rispetti ci si assume le PROPRIE responsabilità. io le mie e tu le tue...firulì firulà

    RispondiElimina
  12. bello questo post.bello quel "può anche darsi", che non cerca il contrasto, ma permette di mettere l'accento su quello che si può fare, su chi si è davvero e si può diventare.

    RispondiElimina
  13. e chi s'è visto s'è visto certooooooooo!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  14. 'Machi' sta in riferimento all'aggettivo machi usato da te nel tuo commento. Forse la lettera maiuscola ti ha fatto pensare ad un nome proprio..a me capita di incontrare molti machi e super, il lasciarsi andare quando avviene scioglie.

    RispondiElimina
  15. Eagleti lascio le chiavi...;-)__________Cri73eccerto...____________ElenaT. mi sto rotolando dalle risate. sì, avevo pensato ad un nome proprio.

    RispondiElimina
  16. leggerezza17:27

    Ciao Paola!per me essere forte significa lasciarsi andare ascoltandosi, per riuscire a sentire se si vuole andare avanti o se ci si vuole fermare...e questo l'ho imparato insieme a te!  bacio grande

    RispondiElimina
  17. Leggerezzabella consapevolezza. utile a vivere con grazia e senza farsi male.grazie.

    RispondiElimina
  18.  sì sì, va benissimo. chiudendosi non si ottiene niente, ci si rinsecchisce e basta. invece così, vada come vada, almeno si tiene attivo il cuoricino... e mi conosco un po' di più. :) grazie

    RispondiElimina
  19. Eppure secondo me resistere è da fragile e rende ancora più fragili, lasciarsi andare è da persona forte e coraggiosa.CIAO!

    RispondiElimina
  20. uiii proprio a te pensavo stamattina.....ora ti mando un mp(messaggio privato) o un mm( messaggio mappina) ihhhhhhhhhhhhh

    RispondiElimina
  21. Cri's15:44

    bè, apparte la mappazza, non mi dici niente del mio commento????non mi caghi piùùùùùùùùùùùùù IO SONO ARRABBIATA CON TE PERCHE' NON RIESCO PIU' A LEGGERTIIIIIIIIIIIIIIII

    RispondiElimina
  22. Cri'sfammi capire...se io scrivo...e mi pare sche scrivo (anzi ho anche il nuovo blog http://www.energiacreativa.org/ e scrivo pure là) tu sei arrabbiata con me ? perchè non riesci a leggermi? e che devo fare ? mandarti occhiali da presbite?un leggio in oro? ...ce l'ho. un moro ben tornito che ti regge il pc....:-))))

    RispondiElimina
  23. Cri's16:06

    PPPPPPPPPPPPRRRRRRRRRRRRRRRhihihihihimannaggia a me

    RispondiElimina