Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

il diritto di criticare

Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato.



In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un'amorevole capacità, una chiara intuizione e un'assoluta tolleranza.

Mohandas Karamchand Gandhi

9 commenti :

  1. ehm...la fatica che faccio a leggere questi post sulla critica costruttiva la dice lunga su quanto ci debba pensare.thanks a lot

    RispondiElimina
  2. Eccomi...questo post l'ho inviato all'unica solo vera amica che ho...il nostro rapporto, è basato su quanto da te affermato.Non è facile....infatti è l'unica.E ci riteniamo fortunate.E' vero anche che abbiamo fatto percorsi paralleli.Anche oggi ti dico grazie.Lavorare se se stessi, non è facile, ma nemmeno impossibile. Grazie di esistere!!Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  3. eh..come dire pare facile...kiss..........

    RispondiElimina
  4. Credo che solo un doveroso e concreto viaggio dentro di noi, facendo chiarezza su chi siamo e cosa vogliamo davvero, possa offrirci poi una giusta ed equilibrata capacità di dare giudizio, sia esso costruttivo o negativo. La facilità di Giudicare e il libero diritto che spesso ci attribuiamo nel farlo contro tutto e tutti dovrebbe prendere un piccolo freno se prima non abbiamo davvero riflettuto.Felice weMarco

    RispondiElimina
  5. @maddie...a me fa fatica pensare quanto debbano durare per esaurire l'argomento....io mi annoio subito. critica a me? no, dato di fatto.@debbina..grazie a te. lavorare su di se apre la porta a vivere felici ed è fantastico per me averla aperta, anche se è stato pesante faticoso, polveroso a volte divertente, altre volte si richiude sul muso...però resta sempre 6 aperta diciamo... @egotica...no.neanche a dirlo pare facile.infatti la critica costruttiva andrebbe preparata prima (tanto è difficile) @mar82co..ciao.felice wend a te. quello che dici è giusto. per quanto mi riguarda come dice Debbina non è proprio semplice, perchè a volte l'emozione è + veloce della riflessione.ed è anche importante imparare il frenoa darselo e toglierlo e non camminare sempre col freno tirato, che qualunque cosa ci fanno gli altri lasciamo fare...

    RispondiElimina
  6. debbina6815:02

    Sono passati due anni dal mio commento...quante cose sono accadute! Cosa é cambiato? Il rapporto con la mia unica amica del cuore, continua, sempre piu' forte, immutato! Io invece, ho imparato grazie a te  come Counselor, a lavorare su me stessa e ad aprire porte....MERAVIGLIOSO!

    RispondiElimina
  7. @debbinaè vero avevi commentato anche allora. che bello vedere la strada percorsa!grazie a te.io faccio strada ma tu cammini...

    RispondiElimina
  8. Lara01:31

    A me il verbo criticare non piace molto...sara' perche' e' di solito inteso in senso negativo!!!Mi da che critico spesso e volentieri...e temo di non avere tanta amorevole capacita' perche' il risultato e' aggressione e chiusura altrui...eppure mi sforzo tanto di far capire la mia percezione e i miei sentimenti...vorrebbe essere costruttiva ma risulta spesso critica di una rompi...allora o io sono arrogante e poco tollerante oppure vado a toccare corde fragili e tese come corde di violino...chissa'...che fatica comunque...speriamo ne valga la pena...mica sono poi cosi' sicura...

    RispondiElimina
  9. Laraconcordodi solito anche chi impara la critica costruttiva, quella per intenderci che serve a chi la riceve, viene vissuto come scomodo.conosco....bacio

    RispondiElimina