Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Incontro a ciò che non vogliamo

Aspettandoci di essere abbandonati, ci attacchiamo disperatamente, come se ne andasse della vita:"non lasciarmi. senza di te non sono niente. morirò senza te"
Aspettandoci di essere traditi, facciamo caso a ogni piccola mancanza: "vedi, dovevo sapere che non potevo fidarmi di te".

Aspettandoci di essere rifiutati, avanziamo richieste troppo aggressive, furiose che non verranno soddisfatte.

Apettandoci di venire delusi, facciamo in modo di esserlo, prima o poi.

Temendo la separazione, stabiliamo quelli che Bowlby chiama attaccamenti ansiosi e rabbiosi.
E spesso ci tiriamo addosso ciò di cui abbiamo paura.
Allontanando quelli che amiamo con la nostra vischiosa dipendenza.
Allontanando quelli che amiamo con la nostra rabbia che chiede aiuto.
Temendo la separazione, ripetiamo, senza saperlo, la nostra storia, imponendo in altre ambientazioni, a nuovi attori e a una nuova produzione il nostro passato, non consciamente rievocato ma ancora così potente.

Judith Viorst, Distacchi

14 commenti :

  1. dio sembra che hai scritto di me..mi sento male al pensiero..un abbraccio..

    RispondiElimina
  2. quanto hai ragione...dany

    RispondiElimina
  3. forse questa volta me ne posso tirare fuori.....forse. :):* bacio bella.

    RispondiElimina
  4. sembra di vedere me...e nn va bene...bacio

    RispondiElimina
  5. appunto.ecco perché con le aspettative abbiamo chiuso e abbiamo solo propositi. (come diceva quel qualcuno della rincorsa...):*

    RispondiElimina
  6. Alina, Dany ...il primo passo per fare qualcosa di diverso è rendersene conto.

    RispondiElimina
  7. com'è difficile scrollarsi di dosso proprie insicurezze!

    RispondiElimina
  8. Clorofilla...difficile. certo, ma utile, necessario e possibile per vivere felici!!!

    RispondiElimina
  9. Non Aspettarsi Ma Aspettare...questo è il Segreto...Salve...sarei felice di fare la sua conoscenza...Mi faccia Sapere...Le Mostre Attendono il mio sguardo...L'Arte,La Mia Ambrosia...Di Certo Non potrebbe esserci occasione migliore...un saluto.

    RispondiElimina
  10. Accidenti accidenti. Qui non supero lo scoglio...mi aspetto proprio esattamente tutto quello che mi è già successo...grr. Cla

    RispondiElimina
  11. Cla
    acc si
    poi c'è chi la chiama self fulfilling profecy, altrimenti detta: te la tiri addosso da sola..
    il fatto secondo me è che l'altro soffoca sentendosi così fondamentale nella vita dell'altro.
    ecco così...
    non siamo in grado di essere responsabili per noi stessi, figurati per un altro

    RispondiElimina
  12. Diciamo Paola, che se inizio una storia, faccio due rapidi conti, e individuo subito il motivo per cui dovrebbe finire... (come quella volta che... succede di nuovo che...). Ne ho quasi la certezza. Dici che non è un modo per tutelarmi, per essere consapevole :((??

    RispondiElimina
  13. se è la volta alla quale penso anche io dico: NO.
    che due volte capiti la stessa storia è come se dopo la costa concordia e la costa Allegra, mi sentirei di poter dire alla costa serena: stai serena.
    o forse è meglio che cambio paragone?
    :-)
    vado a prendermi un caffè che è meglio
    :-)

    RispondiElimina
  14. :-)) ahhah ecco come sentirsi rassicurati!
    Però almeno sei stata chiara...

    Fosse possibile un caffè insieme, almeno :-)

    Ma nulla,
    allora ti abbraccio

    RispondiElimina