Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

dalla percezione del bisogno fino alla sua soddisfazione

Leggo in questi giorni altri blog dove si parla di bisogni, convinzioni, credenze limitanti.
Dove ci si chiede: dov'ero? come ho fatto a non vedere, non capire? Non sentire (!!!)

Ed io non ho tempo per perdermi oggi nelle emozioni, per seguire il cuore.


Un contributo mio voglio darlo.
Razionale. Cognitivo. Perché il counselor stesso e il lavoro con lui può essere sia di tipo cognitivo che emotivo: pappa per la mente o abbracci per l'anima.
ecco io oggi nutro la mente.




e pubblico il modello  EKB (Engel, Kollat & Blackwell, 1969) descrive le fasi attivate dalla percezione del bisogno fino alla soddisfazione dello stesso:


Ora, guardandolo così scomposto, disposto e colorato, vi rendete conto quanti processi attiviamo senza accorgercene, quasi in automatico e alcuni ci sfuggono e di alcuni dimentichiamo la verifica finale e poi dopo ci sentiamo insoddisfatti perché abbiamo cambiato le premesse, aggiunto altre informazioni a quelle che avevamo allora.

E' come cambiare le regole in corsa.
Se lo faccio è perché correggo il tiro, che mi accorgo che qualcosa di più efficace posso fare.
Ma se alla fine mi fustigo pure, che poteva andare meglio, che dovevo vedere anche la polvere negli angoli o la trave al centro del palco, prima di caderci dentro.

Sto sminuendo la mia bravura a correggere il tiro, a riattivarmi per capire come fare meglio e farlo. Sto perdendo la possibilità di essere contenta di me e scelgo solo di vedere quello che di meglio potevo fare.

Questo è un modello col quale siamo cresciute.
Il non è mai abbastanza.
e a quello io rispondo, anche oggi, con Stefano Benni, anche qui e qui

.

20 commenti :

  1. la mente è soddisfatta. molto.per gli abbracci (dell'anima o anche di altro) sono sempre a disposizione, quando hai tempo, s'intende.Grazie. :*

    RispondiElimina
  2. Maddie...sai che ti penso.

    RispondiElimina
  3. Buongiorno, scopro ogni giorni nuovi spunti di riflessione. Stampo queste poesie e le terrò come promemoria. Grazie, Lori

    RispondiElimina
  4. Lori per un attimo pensavo che ti riferissi al modello EKB come poesia...Poi ho capito che ti riferivi a Stefano.sì, da tenere sul frigo, sullo specchio e sorridere più spesso.Buonagiornata.

    RispondiElimina
  5. quasi quasi ripubblico la foto. non è mai abbastanza mi sembra il titolo appropriato(okok vado a cercarmi un pusher di valeriana)

    RispondiElimina
  6. movida la foto? lo schemaccio intendi ? vai pure....fatta da sola per il mio libro non ancora pubblicato....

    RispondiElimina
  7. ...il modello lo devo ancora studiare e capire per bene... Lori

    RispondiElimina
  8. poesia meravilgiosa. sistmea assolutamente vero quelle EKB. Ma cavolo... io NON SONO MAI SODDISFATTA e per me NON FACCIO MAI NULLA ABBASTANZA E ABBASTANZA BENE...:P

    RispondiElimina
  9. Gdn... è ora di iniziare a fare la lista di quello che fai e sai fare e ti riesce. perchè il nostro occhietto va allenato a saper guardare il quadro completo.se la coscia è grassa, il culo è magro, smetti di guardare sempre lì. e scopri che la maggioranza delle persone ti guarda negli occhi, e quelli tu ce li hai belli eccome, e dunque anche se gli altri ti restituiscono valore, tu continui a guardare il difetto. è ora di cambiare punto di vista.;)))

    RispondiElimina
  10. La fase coscia e tette l'hoin gran parte superata. Ora sono più focalizzata sui processi e successi professionali e di autorealizzazione...

    RispondiElimina
  11. Intanto compro unalavanga per annotare i successi ed una lente per vedere meglio... avrò gli occhiali appannati al momento!

    RispondiElimina
  12. si alla lavagna. anche i post it vanno bene.così appena te ne ricordi uno lo appiccichi sullo specchio e anche visivamente ti renderai conto di quanti (tanti) quadratini gialli conquisti.Bacio!!!

    RispondiElimina
  13. Bellissimo articolo, prenoto 5 copie del libro! Spero sarà un eBook!! Non ho tempo di cliccare i link che proponi...ma per me i tuoi post sono di grande conforto....fa lo stesso? Baci

    RispondiElimina
  14. buon pomeriggio, seguo questo blog fin dal suo esordio, coincise con l'inizio del mio master in Counseling, ebbi la curiosità di verificare se qui si parlava di counseling . . . fu la mia miglior scoperta del 2008 senza dubbio alcuno.Grazie, qui si sta davvero bene e si impara tantissimo.

    RispondiElimina
  15. Bady ...se non clicchi ti perdi fondamentalmente:la mia foto con stefano benni col quale ho seguito un corso di scrittura creativa ( e quando mai no)la sua frase finale di una poesia in apparenza d'amore in cui dice e se non ti basta questo quello e mariastella...vaff...baci a te

    RispondiElimina
  16. ehm... no la foto di cui parlavo sopra era questa ... (ma la metto piccina picciò che le visite sono serie)assì il libro me lo vengo a prendere, che dici? ;) :* 

    RispondiElimina
  17. solo gaia...dico grazieeee sono contenta. il counseling ha bisogno di essere conosciuto ed apprezzato affinchè tante persone si godano la vita

    RispondiElimina
  18. Movida...ero in palestra ( e sauna ovviamente ) e pensavo alla risposta alla tua foto. In arrivo in privato sennò.....bacio

    RispondiElimina
  19. ecco, a proposito delle foto in privato, che non son riuscita a rispondere, io mica l'avevo considerato l'aprite da sole. perciò meno male che ero a casa a fare il geco...:D

    RispondiElimina