Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Il no in amore

Quando due persone si innamorano, l'una si perde nell'altra e viceversa. E non accennano mai a ciò che temono di più: la fine di questo stato di fusione felice ed assoluta.


Ma il tempo, sotto forma di settimane, mesi ed anni, mette un termine a questo momento di grazia.

La vita in comune diventa routine, si cercano altre persone, o ci si "butta" nel lavoro".


Dalla prefazione di "il no in amore" di Shellenbaum.


Il vero amore secondo Shellenbaum esigerebbe che, dopo quel periodo iniziale di grazia, si riconoscesse che il partner è un Tu ben delineato e distinto da ME.

Solo così la scoperta dell'altro (e di me stesso) è continua e due persone non si annullano.

Bisogna saper dire NO quando l'impulso è quello di una lunga ed incosciente fila di SI.

ok......le stesse cose che vi /ci /mi dico sempre io, no?

16 commenti :

  1. le stesse cose che vi /ci /mi dico sempre io, no?hmmm abbastanza si... ;)

    RispondiElimina
  2. ho già pensato di fare un saltino in biblioteca ...

    RispondiElimina
  3. il sì è un trampolino. che parte dal saper scegliere, dall'aver detto no. il sì è un dono di te all'altro per diventare libellula con quattro ali. e non farfalla finalmente con due ali intere. il sì assertivo (detto per e con amore) è aver imparato a non essere più mezza mela mezzo angelo mezzo di qualcosa ma un intero che si unisce ad un altro intero e (come negli insiemi) in parte diventa un qualcsa d'altro ancora.ecco. sì. cosa è per me il sì... oggi. Sto Scelleratodibaum la sapeva lunga eh... :-D 

    RispondiElimina
  4. Movida... tu ne sai di più di schellen...

    RispondiElimina
  5. "quando due persone si innammorano, l'una si perde nell'altra e viceversa"è che a nessuna delle due viene in mente di comperare il navigatore satellitare....ok, vado.

    RispondiElimina
  6. Maddie...io col navigatore mi sono persa dietro casa nuova!!! mi ha mandato per i boschi, di notte, in una stradina piena di buche.ihihimeglio la vecchia cartina..il tuttocittà

    RispondiElimina
  7. no vabbé dai ... ma innammmmmmorarsi è bellissimo. è che ci si concentra così tanto su quanto è bello che si perde di vista la realtà cioè il 99 per cento della torta al di fuori del perdersi in quella persona. e si vorrebbe far entrare tutta la realtà in quell'emozione. ... ma le emozioni e i fatti non concidono, al limite, a volte, convivono ...

    RispondiElimina
  8. uelà...Movida...chi è andato a convivere?scherzo...certo è bellissimo. basta che tocco terra quando ridiscendo...

    RispondiElimina
  9. si infatti è cosi...bacio

    RispondiElimina
  10. Nulla da opinare... ma mi chiedo perché diavolo allora la mia storia fa sempre più schifo (se non s'era ancora capito, da tutti i commenti ai post precedenti).

    RispondiElimina
  11. Gdn...lo sai che io non lavoro sui perchè ma sui come....i perchè vanno nelle convinzioni, nell'intelletto...e le nostre storie vanno al cuore o più giù.le storie decise a tavolino ci sono, ma che orrore!!

    RispondiElimina
  12. Energia... il punto è semrpe lo stesso, e me ne accorgo anche qui, commentando i post tuoi e di altre donne meravigliose: sono io quella eccessivamente cerebrale, che castra da sé molte cose, probabilmente. non è una colpa, solo che funziono così... :D

    RispondiElimina
  13.  Non ho capito, ma forse è colpa del mal di testa (almeno spero)  :*

    RispondiElimina
  14. magari non ho scritto bene io..e tu..co sto mal di testa!!!

    RispondiElimina