Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Che segno sei? (che talenti hai)

Nei segni zodiacali non ci ho mai creduto poi tanto, faccio confusione e non ricordo anche se li studio, come i modelli delle macchine e in generale, quello di cui non mi importa niente.


Non ricordo neanche i titoli dei meravigliosi libri che ho letto, né i contenuti, non è Alzheimer, è sempre stato così, per quanto non mi sia mai piaciuta questa cosa di me.
Non ricordare quello che vorrei e ricordare quello che fa male.

Il segno zodiacale è un impaccio, a scoprire chi siamo realmente.
Sin da piccole/i cominciamo a leggere le previsioni astrali e come andranno gli anni, sperando che dipenda dalle stelle, dimenticando troppo spesso che dipende da noi.
Come siamo allora noi? Intraprendenti, coraggiosi e forti?
Come siamo davvero?
Quando qualcuno mi incontra e mi chiede " che segno sei?" e subito aggiunge "bello" io mi chiedo bello di che, bello perché.
Per me l'oroscopo significa sperare in qualcosa su cui non posso influire, significa aspettare la manna, senza agire di mio.
Magari poi esiste comunque il karma, o il fato e dunque è uguale se non ti dai da fare affatto, ma io intanto ci provo, seppure con affanno, inciampi e sbucciature varie.

Se "a capa è na sfoglia e cepolla" il cuore cos'è?
Come conquistare un leone o uno scorpione, un pesce dovrebbe essere sostituito da "come conquistare te stesso".

Non è l'oroscopo quello su cui avremmo dovuto perder tempo, a farci dire da altri quali caratteristiche abbiamo.
Un capo nato, volontà e determinazione. Combattività. Parole mai come in questo momento vuote che non sento mi possano descrivere, non riconosco mie.

A settembre un percorso per scoprire i talenti.



Nessun commento :