Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

I Bambini imparano comunque

Vorrei che il weekend a volte fosse tale anche per me.
Vorrei che la coppia che abita al piano di sopra smettesse di pensare al loro unico figlio di 7 anni come "un bambino" che ha il diritto di correre in casa ininterrottamente perché é un bambino.

Anche i "bambini" ammesso che a 7 anni non si possa essere considerati ragazzini,  possono magari apprendere che la loro famiglia abita e vive in un mondo (per fortuna) non popolato solo da loro.
Che i diritti non stanno sempre e solo da una parte.
Che gli altri esistono, e vorrebbero qualche volta dormire, qualche volta vedere la TV.

Avere una piccola pausa dalla sua corsa ininterrotta dalle 16 alle 21,30 talvolta 22.

Mi chiedo: è davvero normale un settenne che corre senza sosta, tutti i giorni, 4 ore?

Forse non faccio testo,  io andavo a dormire con Carosello, e la frase che ho più sentito nella mia infanzia é stata "Non dare fastidio".

Si vuole tutelare il diritto dei figli solo- mi pare- a scapito di chi vive al piano di sotto.
E' più comodo, capisco, difendere stizziti il diritto di essere molesti tutti i giorni per molte ore al giorno, piuttosto che portarlo al parco o in palestra, con gli altri bambini o settenni che siano.

Che ne pensate? Consigli benvenuti.


Nessun commento :