Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

La poesia dell' Ascolto


Dalla tua testa dalla tua carne



dal tuo cuore
mi sono giunte le tue parole

Hikmet





Mentre scelgo poesie per il prossimo laboratorio, inciampo in lui.

Uso molto la poesia, per me stessa e per creare bellezza  Walcott,  PasternakAchmàtova.

Leggo Nazim ad alta voce e lo ascolto letto da altri.


Mi incanta e comprendo cosa richiama in me adesso.

Mi restituisce con le parole quello che provo a volte in un incontro d'ascolto.
La persona di fronte a me parla.

Parlano i suoi gesti,  trattenendo a fatica talvolta l'intelletto talvolta le emozioni.
Non sono semplici e solo parole quelle che dicono la sua storia.

A un certo punto sono totalmente lì. Per l'altro e con l'altro.
Tra il sacro accogliere e lo stupirmi della magia dell'incontro, e di essere presente.

Così velocemente la mente e il cuore continuano ad essere sospinte altrove, come foglie d'autunno al vento ed arrivano qui:

"Totus tuus ego sum, et omnia mea tua sunt. [...]
Accipio te in mea omnia, praebe mihi cor tuum, o Maria.
"Sono tutto tuo, e tutto ciò che è mio è tuo. [...]
Ti accolgo in tutto me stesso, offrimi il cuore tuo, Maria.

Giovanni Paolo II

Nessun commento :