Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Laboratorio Il tuo Dono

Mi accorgo che non so bene da dove iniziare e rimando.
Mi capita perché non riesco a definire, a dare una connotazione precisa a tutto quello che è successo, sguardi, abbracci, scoperte e conferme.



Il processo dell'arte è veloce, è profondo e delicato.
Afferma innanzitutto la fiducia nelle potenzialità di chi da e chi prende, di chi offre e chi riceve modificando il dono.

Si è parlato di doni, nel laboratorio di self marketing creativo.
Ovviamente i nostri doni, quelli riconosciuti, rifiutati, nascosti, esibiti. Negati o esaltati.

Come dai valore alle tue qualità, come le esibisci, le vivi, le usi nella vita o come aspetti a volte unicamente l'approvazione esterna per dare valore alle tue doti.

Un'esplorazione tranquilla e comunque emozionante.
Felice scoperta dice E., reale per S., fiorire, rinascita per S.B., contatto per M., leggerezza per A., riconoscimento per T., ed ancora pace, avvolgente, protetta....

Accompagnare le persone in un viaggio vuol dire viaggiare con loro.

Tra le loro scoperte, emozioni, relazioni, ci sono seduta anche io accanto.
Navigo con loro, in una barca accarezzata dal vento, cullata dalle onde, a tratti scossa da un onda più alta.

Arriviamo in porto e ci sono sguardi di orgoglio, vicinanza.
Il gruppo ha una sua anima e i legami hanno preso forma attraverso i gesti, i colori, i racconti.


Anche tu hai vissuto questa emozione con me, anche tu hai visto che ce la posso fare, anche tu sei testimone del mio fiorire.

Anche davanti a te sono riuscita a dire di essere capace.

Anche io sono stata lì mentre veloci le tue mani raccontavano capaci la tua storia.
Dandoti una nuova luce in viso, una nuova serenità, soddisfazione e gioia.

Una volta in porto la nave resta ormeggiata, sapendo che riprenderà di nuovo il mare con un nuovo equipaggio, conservando nel cuore il passaggio di chi ha reso questo viaggio unico con la sua presenza.



Paola

6 commenti :

leggerezza ha detto...

Ciao Paola. sì, che bel viaggio questo laboratorio! anche io ho rimandato il commento perchè non sapevo da dove iniziare…Quello che mi viene da dire è che mi sono sentita a casa. Ho sentito il calore di casa. Ho incontrato persone che mi hanno lasciato ognuna qualcosa, e quando dico “incontrato”, intendo nel senso vero del termine. Perché a volte con le persone ci si passa tanto tempo, ma poi in fondo non ci si scambia nulla. E si torna a casa non nutriti, ancora “affamati” dalla voglia di condividere. Ed invece sabato sono tornata appagata, energica, soddisfatta. Mi è piaciuto sentire e sentirmi parlare di qualità. Percepire il valore dell’altro e la sua capacità di saperlo comunicare. Ed ho scoperto una cosa importante: avrei continuato anche oltre le 4 ore. Prima d’iniziare, invece, temevo che fossero troppe. Ma questo ha a che fare con me perché i lunghi periodi di tempo mi mettono sempre un po’di ansia. Anche se so che incontrerò persone con le quali mi piacerà stare. Sabato ho sentito che potevo partecipare attivamente e anche stare in silenzio, riposarmi, ascoltare. Senza sforzo, senza tensione, comodamente, solo con la mia presenza. E credo che nella mia vita questo abbia un significato importante  Grazie a te, Paola, e a tutti i partecipanti del gruppo per questo intensissimo e anche rilassante viaggio

EnergiaCreativa ha detto...

sono commossa da questo tuo commento.per me è stata un occasione per "vedere" la tua crescita. la sicurezza che hai conquistato, conservando la tua "accessibilità".la capacità di essere anche tu, di fare gruppo, di fare parte.l'essere ok.poter riposare in sè.sono così contenta di aver contribuito e assistito a tutto ciò!

leggerezza ha detto...

Anche se ti conosco ormai da un po’, la tua abilità nel tradurre quello che mi succede dentro mi lascia sempre senza parole  Perché tutte le cose che hai scritto io le ho provate e non ero sicura che fossero visibili anche all’esterno. Sai, ci sono stati dei momenti nei quali sarei voluta intervenire.. Per riconoscere la verità e la profondità di alcune parole, x dire che anche io mi ci ritrovavo, x condividere quello che stavo provando. Però non l’ho fatto. Ed ho pensato che forse stavo partecipando troppo poco. Ma poi mi son detta che anche se non avevo parlato, il mio corpo, le mie energie, le mie emozioni erano dirette al gruppo. E quindi c’ero, anche durante i silenzi. E se qualche volta ho voluto anche un po’ isolarmi e non esserci pienamente, andava bene anche così!.  

EnergiaCreativa ha detto...

c'eri sempree c'eri grande. io ti ho saltata, e tu hai protestatoe poi hai capito anche il perchè e ti è andata bene.tre movimenti insignificanti per altri, fondamentali per noi.

Elena T. ha detto...

Condivisione di vite. Anime che si sfiorano, che toccano, che si contaminano e che si arricchiscono. :)

EnergiaCreativa ha detto...

Elenamolto, si. bello bello