Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Solitudine e apertura


Una rosa bramava giorno e notte la compagnia delle api, ma nessuna andava a posarsi sui suoi petali.
Nonostante ciò, il fiore continuò a sognare:
nelle lunghe notti, immaginava un cielo dove volteggiavano miriadi di api, che si posavano a baciarlo teneramente.
Grazie a questo sogno, riusciva a resistere fino all'indomani, allorché tornava a schiudersi con la luce del sole.

Una notte, conoscendo la solitudine che la attanagliava, la luna domandò alla rosa:

"Non sei stanca di aspettare?"
"Forse si. Ma devo continuare a lottare."
"Perché?"
"Perché se non mi schiudo, appassisco."


Nei momenti in cui la solitudine sembra annientare ogni bellezza, l'unica maniera di resistere è quella di mantenersi aperti.

Paulo Coelho


17 commenti :

danyebasta ha detto...

bellissimo anche se è molto difficile, le intemperie fanno paura!!!grazie cara!e buona giornata! 

chi@ra ha detto...

...a volte sembra impossibile.....

trafficjam ha detto...

Meraviglia Coelho...

leggerezza ha detto...

E' esattamente così: sola, mantenendosi aperta.. fa male, ma rende possibile la crescita. 

Ele ha detto...

meraviglioso racconto...sintetizza il mood del periodo attuale...ieri leggevo delle lacrime e anche quelle caratterizzano questa mia fase. piango per il perduto amor, per l''occasione mancata, soprattutto per le cose, parole, musiche e quanto altro di bello incontro e cerco quotidianamente. Con una enorme voglia di condivisione, aimé inappagata. Che ci posso fare se mi ha chiuso la porta in faccia?  Tuttavia, se un giorno piango, quello seguente sono sorridente. Non ho motivi concreti e razionali, qualunque persona sensata si tufferebbe nel rancore e nella rabbia. Costruirebbe una muraglia di scuse plausibili per demolire l''immagine dell''altro. Si parerebbe il posteriore. L''ho fatto così tante volte, sono una specialista di questi meccanismi intellettuali. Eppure, stavolta non voglio farlo. Sento di dovermi arrendere al sentimento che, nonostante la chiusura, sento. Ho voluto guardare in faccia le emozioni che venivano a galla. Nel farlo, sarà che davvero l''amore è la forza che muove il mondo, continuo a credere, sperare, sognare...e gioisco. Mi sento viva, terribilmente viva. Pulsante come ha detto un mio amico. Io non smetto di credere. Non ce la faccio a farlo.Stamattina mi sono chiesta se avevo un problema serio ad essere così. Sono una professionista, risolvo i problemi concreti (pensa un pò..) degli altri. E quasi sempre si rivolgono a me per evitarli (ma non quelli che risolvi tu Paola, quelli sono più importanti). Ed io che faccio? Continuo ad abbracciare speranze senza apparente fondamento? Sono precoccupante? Questo mi sono chiesta.POi sono venuta qui, come faccio da un pò la mattina. Ed ho trovato il tuo post...

EnergiaCreativa ha detto...

@dany...se non ci apriamo noi è + difficile che ci vogliano aprire gli altri...almeno così ho sempre pensato io. @chiara, benvenuta qui. basta provare provare provare.. @traffic: mi ripeto: la meraviglia qui sei tu. @leggerezza se mi superi poi che facciamo qua? ;-)

EnergiaCreativa ha detto...

@Ele. bello anche il tuo di racconto.e la risposta che hai trovato qui alle tue domande.perciò  non vorrei aggiungere parole mie alle tue riflessioni. (ma come vedi...poi aggiungo!?!!)mi sembra che tu stia impedendoti di negare.e questo  cambiamento rispetto ai tuoi meccanismi sicuri e soliti è un ottimo sintomo d'amore.per te in primo luogo.quando ti ami vieni amata.e anche sei in grado di vedere l'amore che arriva, anche se non sappiamo mai quanto durerà.è un attitudine credo di apertura alla vita. ed è per questo che oggi ho scelto Coelho

Ele ha detto...

:)))

NonsenseSpot ha detto...

 approvo in pieno. Mantenersi aperti, recettivi, vigili. La chiusura ruba l'aria.

Chitta69 ha detto...

Grande Coelho, ma quanta fatica ci vuole vero? Ciao Cri!

pallina94 ha detto...

molto bello, dolce... dovremmo "applicarlo" spesso e volentieri!

Cembolina ha detto...

devo trovare la versione in tedesco. devo. devo. devo.che conosco uno che adora coelho. ed è il caso che legga questo. sisisisi.

Cembolina ha detto...

fatto. "Eine Rose träumte Tag und Nacht davon, dass Bienen ihr Gesellschaft leisteten, aber keine einzige ließ sich auf ihren Blütenblättern nieder. Die Blume aber träumte weiter: In ihren langen Nächten stellte sie sich einen Himmel voller Bienen vor, die zu ihr kamen und sie zärtlich küssten. So konnte sie es bis zum nächsten Tag aushalten, bis sie sich im Sonnenlicht wieder öffnete. Eines Nachts fragte der Mond, der von den Einsamkeit der Rose wusste:'Bist du es nicht müde immer weiter zu warten?''Vielleicht. Aber ich muss weiterkämpfen.''Warum?''Weil ich verwelke, wenn ich mich nicht öffne.'In den Augenblicken, in denen die Einsamkeit alle Schönheit zu erdrücken scheint, ist die einzige Möglichkeit standzuhalten, weiter offen zu sein.

EnergiaCreativa ha detto...

 o ecco...adesso che lo so in tedesco sto meglio.zuzu.traduzione onomatopeica di thanku

cembolina ha detto...

ahahah simpatica....

lina scognamiglio ha detto...

È sublime, grazie per queste chicche dolci.

Energia Creativa ha detto...

Grazie Lina
una coccola nutriente ci vuole!