Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Come scegliere un counselor

Per vicinanza.
E non confluenza.
Ovvero per somiglianza con equilibrio nelle differenze.
Soprattutto per temperatura.

Io sono passata da uno studio di una professionista affermata, ottima docente.
Durante i 45 minuti con lei mi sono sentita tenuta a distanza e al ghiaccio.
Sì, una persona di una freddezza da brividi.

Non ci sono tornata più.
Io ho bisogno di calore ed accoglienza ed umanità e vicinanza.
Ed è quello che offro.
La mia temperatura e la sua erano troppo distanti.

Anche il mio calore alle volte è troppo, specie per chi è cresciuto in case fredde.

Il cambiamento è drammatico, come scendere da un aereo alle Maldive a Natale.

Allora modifico la temperatura, cercando di renderla gradevole per chi arriva.

Col tempo il calore lo vorrà anche lui, e sarà in grado di restituirlo al mondo.

10 commenti :

bady ha detto...

La tua forza è nelle metafore: Maldive a Natale...sei unica!!!

EnergiaCreativa ha detto...

ihih....

Maddie ha detto...

io ho sempre freddo....

cyrano ha detto...

buona domanda... io ho provato a cercarne 1, ma l'unica cosa che ho trovato sono siti che offrono corsi per diventarlo!

bhadra273 ha detto...

anch'io avrei bisogno di una bella ondata di calore!!!

EnergiaCreativa ha detto...

Maddie ci credo che hai freddo...lì in PIemonte e coi piemuntes cyrano...su cagliari purtroppo non conosco nessuno. ma posso chiedere ad una persona che lavorava lì (ora è a Roma). alcuni counselors  lavorano via web (telecamera + skype)..non so se potrebbe fare al caso tuo. In una città come Roma evita ore nel traffico, e va bene anche per chi è spesso in giro per lavoro e non sa mai dove si trova.

EnergiaCreativa ha detto...

bhadra...sentilo, sta arrivandooooo

Cembolina ha detto...

io il tuo calore lo sento anche da qui.

ste' ha detto...

Ste triste e incazzo-depressa passa di qua per una scaldatina.Bacio Energia.

EnergiaCreativa ha detto...

stè... triste...capita. l'importante è "frequentare" anche altro, senza fuggire, ascoltando quello che ci capita, senza rinnegare, ed allo stesso tempo senza restarci dentro a tempo indeterminato.;)))