Iscriviti ai Feed C4U su Facebook Seguimi su Twitter Seguimi su Istagram Scrivimi Skype Linkedin

Pagine

Donne imperfette

foto mia "Fishnet" ovvero reti...di relazioni e di amori.
Piombo e galleggianti, fini e doppie. Intricate, avvolgenti, necessarie. Colorate.
Se assecondiamo l'abitudine a fare confronti, chi ne risente di solito è l'autostima.

Ci sarà sempre qualcuna di più elegante, più magra, più creativa, o più giovane di tutte noi.
Tutte noi siamo piene di limiti e di difetti, ma le nostre mancanze non sono sempre le stesse.



Sulle etichette degli abiti di cotone e seta pura si trova scritto:

Questo indumento è composto al cento per cento di fibre naturali.

Qualsiasi irregolarità o variazione di colore non costituisce un difetto.
Le imperfezioni aumentano la bellezza del tessuto.

Le nostre imperfezioni aumentano la nostra bellezza.
Questo non significa che non desideriamo cambiare, crescere, o fare del nostro meglio, ma celebrare il fatto che siamo "composte al cento per cento di fibre naturali" genera in noi un clima di accettazione nel quale è più facile trasformarci.

Chiudete gli occhi e immaginate di essere un arazzo, esemplare unico di valore inestimabile, composto totalmente da materiali naturali... prendete nota delle sensazioni e dei pensieri che il vostro arazzo suscita in voi.  

da Donne che hanno coraggio
di Sue Patton Thoele

20 commenti :

penelope26 ha detto...

lo trovo molto giusto...e poi la perfezione non esiste proprio. Buona serata !

Maddie ha detto...

allooora, domani è lunedì e i negozi sono aperti (poi siamo sotto Natale e sono aperti comunque...) quindi uno scalpello vuoi vedere che non lo trovo?Poi incido il post nella pietra, come le Tavole della legge, e me lo appendo in soggiono.eccheccappero!

EnergiaCreativa ha detto...

oggi poi....mi serve come monito personale.....baci girls

Cembolina ha detto...

ehm... scusate, ma io il pezzo del post evidenziato non riesco proprio a leggerlo ...

- Clo - ha detto...

Ciao Energia,hai scritto un post bellissimo, molto vero e, per quanto mi riguarda, assolutamente attuale. Da sempre mi confronto con gli altri, perchè mi è stato insegnato così, ché se non arrivi prima e quasi come se tu  non avessi partecipato. La mia autostima è spesso sotto i piedi, sto cercando di migliorare, di volermi più bene, ma che fatica!Grazie per le tue parole, sono davvero preziose!

Maddie ha detto...

@Cembolina: evidenzialo a tua volta e lo leggi.....

EnergiaCreativa ha detto...

Ciao Clo.anche io mi sono sempre paragonata al mondo intero. e c'è sempre qualcuno che parla inglese meglio di me, che dipinge meglio di me, che è un counselor più bravo di me. ma questo modo di vedere mi impedisce di vedere quanto brava sono io. In tutte le cose che faccio e nelle circostanze in cui lo sono.e allora dico: è + bravo di me in questo campo, e circoscrivo. e farlo mi lascia, appunto il campo, per sentirmi brava nel resto.e quando una cosa veramente non mi è riuscita, smetto di dire che stupida sono stata, ma mi metto a guardare cosa posso migliorare.così costruisco la mia autostima e il mio valore, senza distruggermi per gli sbagli, pure umani, che faccio.se sono la prima a perdonarmi, non mi importa degli sguardi cattivi degli altri.

dolcefollia ha detto...

Siamo tutte piene di difetti! La perfezione non esiste...Buona giornata

pierre ha detto...

"..vedi.. Sono queste le cose che più mi mancano,le piccole debolezze che conoscevo solo io, questo la rendeva mia moglie.Anche lei ne sapeva di belle sul mio conto conosceva tutti i miei peccatucciQueste cose la gente le chiama imperfezioni ma non lo sonosono la parte essenziale!!, poi dobbiamo scegliere chi fare entrare nel nostro piccolo strano mondo.Tu non sei perfetto campione e ti tolgo dall’incertezza, la ragazza che hai conosciuto non è perfetta neanche lei ma la domanda è se siete o no perfetti l’uno per l’altraè questo che contaè questo che significa intimità."Will Hunting - Gus Van Sant

EnergiaCreativa ha detto...

Pierre,benvenuto (anche nei commenti).nel mio ci sei già.da tanto.molto bella questa citazione.bacio

warriorforpeace ha detto...

Donna. Il cuore agitato da una continua tempesta. Una libellula indifesa nascosta in un angolo segreto. Lontana da tutto quello che trova spiegazione. Un labirinto inestricabile di mille emozioni che giocano nel vento dei giorni. Donna. Sempre in bilico, con la paura in fondo agli occhi, tra lacrime e sorrisi, di grida e silenzi, balzando o precipitando tra cielo ed abissi. Donna. Di corsa, sotto il sole, su prati d’illusioni con i pensieri che si nascondono dietro alle nuvole per non farsi più trovare. Donna. Eterna ispiratrice di sogni destinati a non avverarsi. Musa. Un grumo di colore sulla tela, sfregio di scalpello sul marmo bianco, passo di danza nelle note di un violino nella notte. Parole che diventano poesia. Favola. Canzone. Donna. Riflesso gentile regalato dalla vetrina di un negozio. Ancora bambina permalosa di capricci e desideri. Verità nascosta dietro giochi di rossetto, rimmel, smalto e mascara. Traballante ed indecisa sui tacchi alti del destino, vestita di profumo e calze velate. Un brandello di seta nel pavimento. Donna. Bocciolo di rosa in attesa. Di sbocciare e regalarsi alla carezza di una mano, o appassire di indifferenza. Un diamante limpido e pulito incastonato nella roccia. Una perla preziosa sul fondo del mare. Donna. Malinconia di una spiaggia sotto il temporale, curiosità di un fiocco che si scioglie, di carta strappata. Gelosia strisciante. Sempre in cerca di attenzioni. Ancora in attesa di uno sguardo, o di un complimento. Donna. Soffice e sensuale. Morbido seno da sfiorare, irrinunciabile istinto e nutrimento. Mela da mordere tra le braccia. Da soffocare di sensi affamati. Donna. Madre, amica, amante. Capelli bagnati da una pioggia improvvisa. Fragile cristallo di neve sul ramo di un albero. Stella cadente. Puttana che sa vendere cara la pelle. Anima agitata come un campo di grano. Donna. Vendetta ostinata di un fulmine che squarcia il cielo. Sguardi smarriti su specchi bugiardi. Momenti protesi ad elemosinare una coccola o una goccia di cioccolata. Il lento ballo della fiamma di una candela. Donna. Da abbracciare. Donna. Da cullare. Donna. Da mangiare. Donna. Mai abbastanza e poi troppo. 

EnergiaCreativa ha detto...

ciao warrior.benvenuto.grazie per questo tuo meraviglioso contributo.

soleiris ha detto...

per questo adoro il lino, il cotone e la lana grezza...sarà che sono allergica al sintetico

EnergiaCreativa ha detto...

solèihih...io un pò anche alla lana...al collo sopratutto...

soleiris ha detto...

ma noi ci mettiamo una bella sciarpa di cotone così risolviamo!

EnergiaCreativa ha detto...

o anche di cachemire...che è più caldo e morbido;-))))))

Gdn ha detto...

Sono sacco di iuta, perchè ho la trama vera, la trama delle mie origini, della resistenza, della persistenza, della sopportazione.
Sono lino, tessuto nobile perchè il più bello dei corredi delle spose d'un tempo, quello dei ricami, dei punti a giorno, degli intagli. Lino candido però, che quello ingiallito non mi piace.
Sono cotone, che lo strapazzi tutto il giorno tutti i giorni e non ti tradisce mai, al massimo resta un alone, ma con un buon candeggio tutto va via. Al massimo sbadisce.
Se solo avessi più dimestichezza con le stoffe saprei anche di essere molti altri tessuti, prestigiosi e meno, lucidi e non. Un po' come un patchwork. Un po' come sono davvero: vedo la trama grossa ma mi lascio sfuggire le parti più nobili perché non le conosco abbastanza.

marinaki ha detto...

Autostima questa sconosciuta...
Perdonare me stessa??Ma stiamo scherzando?
Comunque è vero che la vera forza della natura è la sua imperfezione.Ci affascina,ci attira come una calamita,ci permette di essere più indulgenti con noi stessi,più creativi e determinati di raggiungere e superare i nostri limiti..

Elena T. ha detto...

Amo questo post! E lo metto fra i miei preferiti. :)
Bacio!

Energia Creativa ha detto...

Gdn
magnifico, grazie
--------------
Marinaki
bisogna provare, provare, provare :-)
----------------
Ele
vedi, io ancora devo capire come si gestiscono i blog su questa piattaforma.

baci a tutte